Lanzarote, l’isola selvaggia

Il viaggio di sostravel.com alla scoperta delle mete più belle per i vostri viaggi termina con le Isole Canarie, l’arcipelago di origine vulcanica note per la loro bellezza naturalistica e per la loro vivacità. L’arcipelago è composto da sette isole e nell’appuntamento di oggi ci soffermeremo su Lanzarote, l’isola più selvaggia tra tutte.

Lanzarote

Lanzarote si presenta come un’isola paradisiaca per chi ama passare le vacanze al mare; offe ai turisti una costa di circa 169km e un clima che permette un’ottima vacanza in quasi tutto l’anno. Da un po’ di anni è stata dichiarata una riserva della biosfera dall’Unesco. L’isola offre una miriade di divertimenti per ogni turista: dal surf nelle spiagge della parte occidentale dell’isola allo scii nautico, immersioni subacquee, jet ski e parapendio nella parte sud-est.

Sono tante le spiagge che potrete visitare una volta arrivati in questa meravigliosa isola, spiagge di sabbia dorata con un fondale cristallino e calmo, calette segrete sul fondo di una scogliera o una baia che sorge nei pressi del cratere che testimonia l’origine vulcanica dell’isola.
Un elemento da considerare nella scelta della spiaggia è il vento molto presente sull’isola per questo motivo una delle spiagge tra le più belle è sicuramente la Papagayo Beach che, grazie alla conca in cui è posizionata, trova molto riparo dal vento. Questa località offre inoltre dei fondali molto belli per praticare attività come lo snorkeling.

Papagayo Beach

Un’altra attività che vi permetterà di godervi al massimo il paesaggio e il clima offerto dall’isola di Lanzarote è il trekking. L’isola è infatti dotata di numerosi percorsi che permettono anche a chi non ha mai praticato questa attività di avvicinarsi allo sport in massima sicurezza.
Sull’isola di Lanzarote inoltre potrete visitare il Parco Nazionale Timanfaya che rappresenta un perfetto incontro tra natura e arte. Un parco di origine vulcanica che è stato pensato e strutturato da Cesar Manrique unendo paesaggi marziani, colori rosso metallico e atmosfere tipiche vulcaniche che affascinarono il regista Kubrik spingendolo a scegliere il parco come set per il suo film “2001 Odissea nello Spazio”.

Parco Nazionale Timanfaya

Per concludere questo viaggio alla scoperta della natura incontaminata di Lanzarote è quasi obbligatorio parlare delle grotte presenti nel territorio. Grotte che si sono formate grazie all’attività vulcanica del Monte Corona ormai inattivo da 5000 anni ma che ha lasciato in eredità un sistema di grotte laviche più grandi del mondo.

Cueva de Los Verdes, Lanzarote

Le grotte più belle da visitare sono due: la Cueva de Los Verdes composta da numerose formazioni rocciose e tante illusioni ottiche e la Jameos del Agua caratterizzata da un’atmosfera magica con un lago interno che rimane illuminato dal sole e ospita una specie di granchio albino unico al mondo.

Jameos del Agua, Lanzarote

Sostravel.com ha scelto per voi Lanzarote un’isola che è sinonimo di geologia allo stato puro caratterizzata da paesaggi sottomarini, lunari, acque limpide. Un’isola in cui uomo e natura convivono in maniera ottimale creando atmosfere magiche.