La città di Haro e la sua arte vinicola

Giugno è quasi finito e sostravel.com ha scelto di salutarlo presentandovi un festival spagnolo che si tiene nella città di Haro in questo ultimo weekend del mese: l’Haro Wine Festival.

Centro di Haro

Haro è una piccola cittadina della regione di La Roja di circa 12mila abitanti che, con il suo patrimonio artistico e culturale riesce ad affascinare i turisti di tutto il mondo. Tra i principali monumenti che è possibile ammirare in questa cittadina troviamo la Basilica di Nuestra Senora de Haro, la chiesta di Santo Tomàs, il Palazzo dei conti e l’Archivio Municipale dove sono custoditi antichi documenti raccolti durante il periodo medievale e nelle epoche successive.

Vigneti territorio di Haro, La Roja

La città di Haro e della regione de La Rioja è inoltre un’ottima meta per tutti gli appassionati di viticoltura attività predominante del territorio. In questa regione infatti, la viticoltura è considerata una vera e propria arte a cui è stato dedicato il museo della cultura vinaria Dinastía Vivanco, vincitore del Best of Tourism del vino Australia 2004, e una grande manifestazione come appunto l’Haro Wine festival. La qualità del vino prodotta in questa regione è considerata tra le migliori del paese e rende il prodotto quotato a livello mondiale. Per questo motivo, nell’itinerario di ogni turista non può infatti mancare una visita tra i vigneti che si estendono nell’intero territorio. Numerosi sentieri e strade immersi tra i vigneti sono infatti aperti al pubblico e molte cantine organizzano escursioni per far conoscere ai turisti e agli appassionati l’intero processo di produzione dei vini.

La nascita dell’Haro Wine festival viene infatti ricondotta alla devozione verso tale attività. Il festival si svolge nel giorno in cui i cittadini festeggiano il santo patrono San Felice de Bilibio che viveva in una grotta tra le montagne che circondano la città. La manifestazione si apre infatti, con una processione guidata dal sindaco della città verso il santuario dove si svolge la funzione in onore del patrono; durante la processione la gente marcia portando in offerta il delizioso vino rosso in contenitori di ogni tipo. Questa fase religiosa del festival darà poi spazio alla vera festa che si svolge tra le vie della città che riserva all’evento la caratteristica di essere uno dei festival spagnoli più divertenti. Tre giorni di vera e propria festa che inizia già dal venerdì sera quando la gente si precipita in strada e trasformando l’intera città in una gigantesca festa all’aria aperta, per raggiungere il culmine il sabato mattina con uno dei momenti più bizzarri e alquanto insoliti della manifestazione: la Batalla del vino.

La batalla del vino è infatti considerato il momento clou del festival e ha inizio proprio nel secondo giorno di festival. La gente scende tra le vie della città che, tra una secchiata di vino rosso e l’altra, si tingono del colore del protagonista assoluto di questo festival e del suo odore: il vino.

Sosotravel.com ha scelto per voi l’Haro Wine Festival che si conferma essere un evento in cui la passione per il vino si unisce ad un sano divertimento. La città di Haro per tre giorni viene totalmente investita da un’atmosfera di festa in cui musica e allegria diventano le uniche parole d’ordine!