La fotografia per esplorare il mondo da casa

In questi giorni forse le giornate in casa vi sembreranno lunghe e monotone ed il tempo fra le mura domestiche vi parrà essersi fermato o scorrere a rilento. Sostravel.com vuole far suo quel tempo, massimizzarlo e migliorarlo proponendovi sempre nuove fantastiche attività da svolgere in casa e poter continuare a viaggiare in un modo alternativo. E allora eccoci qui, anche oggi, pronti ad offrirvi un nuovo punto di vista per esplorare il mondo rimanendo a casa: un tour visivo attraverso l’obiettivo di una fotocamera! Non vi sembra possibile? Se avrete “occhi per guardare” potrete scoprirlo voi stessi e così viaggiare con sostravel.com e la fotografia.

Esperienze di gusto, tour virtuali, libri, serie tv e persino la musica ci hanno permesso di guidarvi in nuovi itinerari da poter vivere comodamente dal proprio divano. Sì, perché per viaggiare concretamente non servono particolari mezzi se non i propri sensi, il cuore e quel pizzico di fantasia che bastano a condurci verso nuove destinazioni: quelle della propria anima e della propria mente.

obiettivo

È sempre bello, tra le mura della propria casa, lasciar cullare il pensiero dall’immaginazione, farsi trasportare in un mondo fantastico, visitare con la mente luoghi lontani e magnifici. Un sogno possibile e realizzabile fisicamente, solo in tempi futuri, ma che possiamo comunque già intraprendere con la medesima sensazione totalizzante attraverso ad esempio la fotografia.

Viaggiare dunque è fuggire, è cercare, è trovare, è esplorare: il pendolo oscilla fra questi estremi e i fotografi lo sanno. Del resto, è lo spirito stesso della fotografia che sollecita a mettersi in movimento:

“Per me, fotografia è un altro modo per dire viaggio”

Christopher Anderson

Il viaggio è perfino più importante della meta per il fotografo che abbia occhi.

“Per me, qualsiasi viaggio con la macchina fotografica ha la potenzialità di diventare un grande viaggio”

Elliott Erwitt.

Grazie alla fotografia si viaggia attorno alla propria anima.

I viaggi sono rotture emotive che coinvolgono il corpo e la mente

Susan Meiselas

Qualsiasi viaggio dipende da quello che porti con te.

Chien Chi Chang

La fotografia quindi non riproduce il viaggio, neppure lo racconta: lo crea. È con questo spirito e presupposto che abbiamo selezionato per voi tre tour fotografici per esplorare il mondo da dietro l’obiettivo sia in chiave tradizionale, per un punto di vista più convenzionale, che in chiave digitale nonché social, per un’ottica sempre più a passo coi tempi.

polaroid

Reportage di viaggio

La Photographic Society of America definisce la fotografia di viaggio come “un’immagine che esprime il sentimento di un tempo e di un luogo, ritrae una terra, la sua gente o una cultura nel suo stato naturale, e non ha limitazioni geografiche”. Per chiunque ami viaggiare, la fotografia di viaggio così come i grandi reporter diventati famosi nel tempo, hanno da sempre un fascino irresistibile. Ecco quindi come viaggiare attraverso la fotografia di 3 grandi fotografi contemporanei:

  • Sivan Askayo Vive tra Tel Aviv e New York, è specializzata in fotografia di viaggio, ma anche in ritratti, cibo e street art. Ha viaggiato in quasi tutti i continenti e le sue foto ritraggono scene e paesaggi di Europa, Americhe, Africa, Asia e Medio Oriente. Oltre a collaborare con grandi aziende e riviste come Condè Nast Traveller, Marie Claire e Lonely Planet ha un suo progetto personale molto interessante chiamato Intimacy under the wires. Insieme a questo c’è anche l’altro suo progetto On the table nato invece come storytelling digitale attraverso la fotografia mobile. Sivan ritrae le tavole di tutto il mondo, durante i suoi viaggi, ricostruendo un atlante delle tradizioni culinarie mondiali.
  • David Du Chemin – Fotografo canadese, è un viaggiatore nato. Ha visitato tutti e 7 i continenti e la sua vita nomade l’ha portato a compiere avventure straordinarie. Lavora in particolare in campo umanitario ed è a tutti gli effetti uno storyteller. Le sue fotografie si concentrano su ritratti di persone, natura e animali selvatici. Questo si riscontra in particolare nei suoi progetti: Global PrayersGlobal Village e Global Vision. Se amate il minimalismo invece, non sono da perdere gli scatti del progetto Hokkaido
  • Alex Webb – Fotografo di viaggio californiano classe 1952, ha iniziato negli anni ’70 fotografando le zone rurali degli USA in bianco e nero con il progetto Mound Bayou, per proseguire con Messico e Caraibi, dove inevitabilmente ha scoperto la fotografia a colori. Il suo stile è molto naturale e ritrae l’istante in movimento: quando si guardano le sue fotografie, sembra infatti di catapultarsi nella scena.
https://www.instagram.com/p/BqutRDTHd47/

Fotografie virtuali

Tecnicamente si dice che gli obiettivi più efficaci per scattare le immagini di un luogo siano quelli grandangolari perché permettono di includere una grande porzione di realtà all’interno di un unico fotogramma. Grazie alla moderna tecnologia digitale è oggi possibile avere infatti un’ampia profondità di campo che permette, a chi guarda la fotografia, di sentirsi parte di essa:

  • Partiamo con Google Street View, un programma che ha fotografato i luoghi, le città, i monumenti e i panorami più belli del mondo e si è trasformato in una mappa interattiva online dove ci si immerge nella destinazione scelta e vi si cammina all’interno, virtualmente, come in un videogioco. Ogni angolo della città o del monumento o del paesaggio individuato è visitabile grazie alle fotografie a 360 gradi ad effetto tridimensionale che permettono di farci sentire all’interno del luogo: si passeggia, ci si muove avanti e indietro e si osservano tutti i dettagli in ogni direzione. Con Street View visiti l’immenso mausoleo Taj Mahal, in India, la Tour Eiffel, le isole Galapagos, il grattacielo Burj Khalifa di Dubai
  • Merita una navigazione il sito: world.new7wonders.com sulle 7 meraviglie del mondo con video e foto spettacolari sui luoghi più belli della Terra: Machu Picchu in Perù, la Grande Muraglia cinese, il mausoleo indiano Taj Mahal, il Colosseo di Roma, Petra in Giordania, la statua del Cristo Redentore a Rio de Janeiro e la piramide di Chichén Itzá in Messico. Showmystreet.com ha anche la modalità Photos dove è possibile scorrere le fotografie di un posto panoramico, mentre HistoryPin.org è dedicato alle immagini storiche di un luogo con un confronto di come era prima e com’è oggi un determinato posto. 

Social Gallery

Spesso ci si chiede: perché un viaggiatore dovrebbe essere anche un buon fotografo? Per non perdere un’occasione. Racchiudere il pianeta in uno schermo fotografico – mai quanto oggi – è alla portata di tutti! Ad insegnarcelo sono proprio i social network come Instagram, dove possiamo imbatterci nei più disparati profili di settore, con appositi hashtag di ricerca, e Travel Influencer di ogni tipo. Basta infatti ammirarne le gallery per immergersi idillicamente in quei meravigliosi luoghi che hanno visitato facendocene rivivere la preziosa esperienza. A tal riguardo, vi invitiamo così a seguire:

  • @Kyrenian – uno dei migliori travel influencer a livello mondiale che vanta numerosi follower, i cui scatti vi conquisteranno per le dolci ma vivide cromie del suo feed intriso di ogni spettacolare bellezza paesaggistica.
  • @muradosman – il quale ha viaggiato in giro per il mondo diventando famoso per avere fotografato ciascun luogo con un particolare presente in ogni foto: la sua fidanzata che teneva per mano. 
  • @manuelavitulli – una delle migliori travel blogger italiane da seguire, con una gallery dai toni caldi e freschi che vi ammalierà per gli spettacolari luoghi da lei visitati e gli scatti spontaneamente originali.

Un modo del tutto innovativo di vivere i viaggi da casa approfittando dell’occhio fotografico di un rinomato reporter o attraverso l’uso della digitalizzazione oppure con gli odierni mezzi di comunicazione e condivisione social. Sostravel.com vi ha così dimostrato come poter esplorare il mondo attraverso l’obiettivo viaggiando con la fotografia e vi da appuntamento alla prossima settimana.